Cenni storici

Vasto ha origine nel XII secolo a.C. in cui le prime popolazioni greche, illiriche e frentane si stanziarono in quello che poi diventerà nel 91 a.C. il Municipio romano di Histonium, importante borgo marinaro e porto dell’Adriatico fino alla sua distruzione da parte dei Longobardi nel medioevo. Ricostruita come roccaforte durante la Signoria dei Caldora, rinacque nel periodo aragonese con la famiglia D’Avalos, elevando il centro a rango di Città nel 1710 per concessione di Filippo V di Spagna e conoscendo un periodo di crescita politica, socio-economica e culturale con la proclamazione della Repubblica Vastese e la continua produzione artistica e letteraria per cui dal XIX secolo fu nota come “Atene degli Abruzzi”. Attualmente è il 2° comune della provincia per popolazione, comune capofila della Costa dei Trabocchi e del comprensorio del Vastese.

Corso De Parma Vasto

Il territorio

La Città di Vasto è una località di grande interesse storico, archeologico e naturalistico. la parte alta è situata a 144 metri sul livello del mare e comprende chilometri di litorale in cui si alternano spiagge di arenile dorato (golfo di Vasto) a calette e lidi sassosi accerchiati da una flora tipicamente mediterranea. Vasto è parte integrante della costiera dei trabocchi, il tratto di costa che va da San Salvo a sud di Vasto, fino ad arrivare ad Ortona. Circa 42 chilometri di costa all’interno della quale è in dirittura di arrivo la via verde, la pista ciclabile più grande d’Europa.

Da vedere

Cattedrale di San Giuseppe, Chiesa di Santa Maria Maggiore, Chiesa di Maria Santissima del Carmine, Chiesa di San Michele Arcangelo, Chiesa di Sant’Antonio da Padova e ruderi del convento di San Francesco d’Assisi, Ruderi della chiesa di San Pietro, Resti della chiesa di Santa Croce, Chiesa di Santa Maria di Pennaluce (a Punta della Penna), Chiesa di Stella Maris, sita nella piazza principale della frazione di Vasto Marina. Palazzi: Palazzo D’Avalos, Palazzo della Penna. Castelli: Castello Caldoresco (o di Caldora). Musei: Musei di Palazzo d’Avalos. Il complesso termale e i suoi mosaici romani dove spicca la figura di Nettuno il quale regge un tridente nella mano sinistra e un delfino nell’altra.

Punta Aderci e la riserva naturale

La Riserva di Punta Aderci comprende un tratto di costa dalla foce del Sinello a Punta della Lota, nel Comune di Vasto (Chieti). La falesia di Punta Aderci si affaccia sul mare con dirupi alti anche decine di metri e con pendenze relativamente dolci (Spiaggetta contigua al Porto di Vasto). È possibile distinguere la zona pianeggiante, sovrastante la falesia, dai terreni in pendenza verso i valloni, seguendo idealmente la linea di costa. Le spiagge sono gli habitat abruzzesi più rari, continuamente ripulite per esigenze turistiche. Le piante della costa subiscono una continua selezione, che le rende sempre più specializzate, adattate, nel corso della loro storia evolutiva, a vivere in condizioni severe quali l’aridità e la mobilità della sabbia, la carenza di elementi nutritivi, l’aerosol e gli spruzzi del mare, il vento e il forte irraggiamento estivo. www.puntaderci.it

Isole Tremiti

A circa 12 miglia al largo del Gargano si trovano le Isole Tremiti, definite per la loro incantevole ed incontaminata bellezza “le perle dell’Adriatico”. Il piccolo arcipelago è costituito dalle isole di San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e, a circa 11 miglia da queste, dall’isola di Pianosa. Le acque cristalline delle Tremiti attirano ogni anno migliaia di turisti. L’arcipelago delle Isole Tremiti in provincia di Foggia, dette anche isole Diomedee, sono meta preferita di moltissimi turisti amanti della natura e della tranquillità. Le perle di questo magnifico arcipelago sono San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa. www.isoletremiti.it

Parchi Nazionale d’Abruzzo e della Maiella

Guardando il mare basta voltargli le spalle verso per scorgere l’entroterra con le vicine colline e montagne abruzzesi. Raggiungerle le montagne Abruzzesi è semplice in quanto molto vicine alla costa. Con paesaggi mozzafiato vi regaleranno emozioni indimenticabili. Da visitare il Parco Nazionale d’Abruzzo, quella della Maiella, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e per concludere il Parco Regionale del Sirente-Velino. Tutti da scoprire anche i caratteristici paesi che attraversano le aree dei parchi.

Il Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo

Non solo divertimento ma anche spiritualità. Per i più vicini al sacro, da Vasto è facilmente raggiungibile il Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo in provincia di Foggia. La nuova chiesa sorge sul monte di San Giovanni Rotondo ed è adiacente al preesistente santuario e convento in cui il frate visse e in cui ne sono state conservate le spoglie fino al trasferimento nella nuova chiesa a lui dedicata. La struttura ha una forma che ricorda quello del nautilus, e la sua pianta ricorda la spirale archimedea, il cui fulcro è posto al centro dell’aula liturgica, nel luogo dove è posto l’altare.